Android Q Beta 5, alla scoperta delle novità della Release Candidate – SmartphoneLab.it

Android Q Beta 5, alla scoperta delle novità della Release Candidate

Ormai si avvicina sempre di più l’appuntamento con il lancio della Android 10 Q Beta 5: i tempi sono ormai maturi per diventare la Release Candidate del celebre sistema operativo. Sono numerosi gli aspetti in comune con quella che sarà la proposta finale, a parte chiaramente l’aggiornamento che riguarda il fissaggio di alcuni bug e l’ulteriore operazione di ottimizzazione delle prestazioni.

Quindi, cosa si dovranno attendere gli utenti da questa nuova Beta? Ci sarà sicuramente qualche novità rispetto alla precedente Beta 4, ma saranno in ogni caso limitate. Il sistema operativo Android è uno dei motivi che hanno portato ad un vero e proprio boom dei device mobile. I passi in avanti a livello d’esperienza d’uso hanno avuto un forte impatto anche tra chi gioca e scommette online, alla ricerca dei migliori casino mobile. Infatti, le varie piattaforme hanno realizzato dei titoli appositamente per chi ama le scommesse, mettendo a disposizione una grafica e un’esperienza di gioco uguali a quelle delle piattaforme accessibili via pc desktop.

Android Q Beta 5: nuova animazione di avvio

Diamo uno sguardo a quelle che dovrebbero essere le poche, ma consistenti novità lanciate dalla Beta 5. Prima di tutto è stata messa a punto una nuova animazione di avvio per i Pixel. In questo modo, tutti coloro che devono effettuare il riavvio del proprio device prima di coricarsi eviteranno di sorbirsi lo sfondo bianco purissimo che rischia quasi di “accecare” l’utente quando è impostata la luminosità al massimo.

Interessante notare come questa nuova animazione venga proposta solo ed esclusivamente in un caso: ovvero, quando il tema scuro di Android Q risulta essere attivo. In caso contrario, gli utenti dovranno vedersela ancora con la classica animazione con lo sfondo tipicamente bianco.

Tra le altre novità più interessanti c’è da rimarcare l’inserimento di un blocco navigazione a gesture con un launcher sviluppato da terze parti. Un’integrazione che era facile da intuire, dati i numerosi problemi che avevano colpito la navigazione a gesture nella Beta precedente. Nello specifico, gli errori sono cominciati per via dell’integrazione della pagina multitasking all’interno del launcher.

Blocco navigazione aggirabile con un comando ADB?

Per tutti quegli utenti che hanno molta più familiarità con le operazioni di modding, però, la Beta 5 porta in dote anche una sorta di via di uscita rispetto a questo blocco navigazione a gesture con launcher di terze parti. Infatti, sembra proprio che ci sia la possibilità di schivare il blocco sfruttando il comando ADB. Il problema è che il colosso di Mountain View ha pur sempre il coltello dalla parte del manico e potrebbe decidere di disattivare tale comando in ogni momento.

Non è finita qui, dal momento che Google ha già fatto sapere di come interverrà sulla modalità di richiamo di Assistant. Stando a quanto è stato riferito da parte di un utente Reddit, ci sono elevate probabilità che l’assistente virtuale si possa in futuro abilitare con un semplice swipe, muovendo il dito da uno dei due angoli posti in basso, spostandosi verso la parte centrale dello schermo.