Art sarà pronto per la prossima versione android e sostituirà la Dalvik

10 novembre 2013 | android

Android 4.5? Android 5.0? Quale sarà la prossima versione del sistema operativo mobile di Google? Questo ancora non è noto, ma in Google ovviamente lo sanno fin troppo bene. E sanno molto bene anche cosa introdurre per rendere ancora più veloce il sistema operativo, cioè tramite una sorta di “investimento” per il futuro.

 

A parlare è ancora Dave BurkeDirettore Tecnico di Android che, in un’intervista a Readwrite, parla del nuovo ART (Android Runtime) introdotto in Android 4.4 KitKat “al fianco” della Dalvik. Ovviamente ART è ancora ai primi passi della sua evoluzione ed una vera differenza di prestazioni con la Dalvik attualmente non c’è.

 

Per chi non lo sapesse, la Dalvik è quella macchina virtuale presente su Android che provvede a lanciare ed eseguire le applicazioni, per dirla in modo molto semplificato. Va da sè che, avere una macchina virtuale molto più efficiente, comporta una velocità di esecuzione maggiore. Ed è proprio questo lo scopo del team Android per il prossimo futuro.

 

Dave Burke, quindi, ci svela determinati aspetti molto interessanti che di seguito vi riportiamo:

 

Non voglio fare promesse ma immagino che, per la prossima versione di Android, ART sarà pronto. Potrebbe esserlo. Effettueremo il cambio con la Dalvik quando sarà tutto completato. ART adesso è realmente più veloce e lo stiamo appunto ottimizzando, e nel caso in cui queste ottimizzazioni andassero bene, credo che saremo pronti al cambio già nella prossima occasione. Stiamo lavorando attivamente su ART e lo introdurremo solo quando riterremo che sarà migliore della Dalvik nell’utilizzo di ogni giorno.

La prossima occasione sarà, ovviamente, quella dell’aggiornamento alla prossima versione di Android, alla quale quindi Google starebbe già lavorando al fine di integrarla al meglio con ART.

Il Direttore Tecnico di Android si sofferma poi anche sulla nascita vera e propria di ART e sulla decisione di abbandonare la Dalvik. Ecco le sue parole:

 

Abbiamo per tempo osservato il nostro runtime e ci siamo chiesti “Come possiamo evolverlo? Come lo evolviamo così fortemente in modo da renderlo il miglior runtime dei prossimi 10 anni?” Avremmo dovuto apportare dei miglioramenti alla Dalvik ed invece abbiamo deciso che era meglio partire veramente da zero. Questo perchè la Dalvik è davvero obsoleta adesso. E’ nata quando è nato Android e non ci abbiamo dedicato molto tempo. L’abbiamo modificata e resa più adattabile ma non ci abbiamo lavorato su per svilupparla.

Non abbiamo problemi a realizzare la “seconda versione” di qualcosa. Pensate ad ART come una Dalvik 2.0. E’ ancora un work in progress. Inizialmente non era nostra intenzione renderlo disponibile in questa release di Android quindi avremmo potuto aspettare prima di introdurlo, ma ho premuto fortemente per renderlo disponibile già ora perchè desideravo mostrarlo al più presto. Volevo che le aziende produttrici – soprattutto i produttori di chip che creano differenti architetture – iniziassero a lavorarci per ottimizzarlo. E desideravo che gli sviluppatori delle applicazioni, almeno quelli più curiosi, lo provassero per verificare la presenza di eventuali problemi.

 

ART sarà quindi il futuro runtime Android, e già dalla prossima major release del sistema dovrebbe essere pronto per essere adottato al posto della Dalvik. Durante i prossimi mesi, quindi, gli sviluppatori potranno già studiarlo ed ottimizzare le proprie applicazioni al fine di ottenere le migliori prestazioni. Qui di seguito vi proponiamo due video di confronto tra ART e Dalvik.