Recensione Honor 10: una valida alternativa a 399€

Honor e Huawei continuano a fare importanti passi da gigante nel settore mobile. Il brand madre continua a focalizzarsi su prodotti top mentre Honor continua sulla strada degli smartphone di fascia bassa e media. 

Oggi andiamo a provare Honor 10 un prodotto che rappresenta un po un mix tra i due brand visto il display, identico a P20 Lite, e la piattaforma hardware ripresa da Huawei P20. Questa non è una critica anzi ma bisogna saper scegliere accuratamente tra tutta questa accozzaglia di smartphone tutti più o meno simili.

Disign: il notch non manca mai!

Sta diventando sempre più difficile distinguere gli smartphone dalla parte anteriore vista la presenza del notch che li rende praticamente tutti uguali.

Anche questo honor 10 è identico a P20 e P2o Lite, per citare due modelli huawei, ma la lista si allunga se consideriamo anche gli altri modelli di differenti brand. Se il frontale è identico alla bisogna lavorare sulla back cover e sulle varianti cromatiche proprio come ha fatto honor con questo device.

Il design è caratterizzato fa un vetro 3D, composto da un rivestimento ottico applicato per 15 strati. In questa variante Phantom ci creano  riflessi viola o verdi a seconda dell’incidenza della luce, questa rifinitura da un tocco premium al device.

Certo il vetro esteticamente fa la sua figura ma è sinonimo di poco grip per fortuna honor inserisce in confezione una  cover trasparente di gomma morbida.

Il sensore di impronte digitali è integrato sotto  il vetro del bordo inferiore con tecnologia di riconoscimento ad ultrasuoni. La rapidità di sblocco è ottima ma non essendo incavato diventa difficile beccarlo al buio. Anche se come valida alternativa c’è lo sblocco con il volto che si è dimostrato affidabile in condizioni di buona illuminazione.

Display: identico a P20 Lite (?)

IMG_1286

Il display è un IPS da 5,84 pollici, nulla di nuovo visto che sembra identico a quello di P20 Lite. Un display tutto sommato discreto ma ma con una luminosità, sotto alla luce diretta del sole, non il massimo.

Con il colorimetro il delta e va dai 10 a 5, valori molto alti visto che non si dovrebbe superare il 3. La copertura sRGB e dell’84%. Honor avrebbe potuto fare sicuramente meglio nella gestione dei riflessi ma anche per quanto riguarda il trattamento oleofobico.

Kirin 970 una conferma

IMG_1272

Su questo Honor 10 troviamo la medesima configurazione hardware e software di Huawei P20,  Kirin 970 e 4GB di RAM. Nelle operazioni comuni come multitasking e web browsing il comportamento è ottimo. Rispetto ad altri smartphone ( Huawei P20 Pro, Xperia XZ2 e Galaxy S9+) l’apertura delle app non è cosi istantanea, ma nel complesso tutto gira bene.

Anche in gaming la GPU Mali-G72 si comporta bene reggendo anche titoli più pesanti.

Nell’utilizzo quotidiano ho notato che con un uso intensivo il dispositivo inizia a scaldare particolarmente in prossimità dell’angolo superiore. Eseguendo il test con la camera termica le temperature raggiungono picchi di 57 gradi con l’esecuzione dei bencmarck questo va ad influire negativamente sulla durata della batteria. 

Batteria,Audio e Ricezione

IMG_1278

Ok il Kirin 970 resta un ottimo processore ma credo che a questo giro Qualcomm sia riuscita ad ottimizzare al meglio il rapporto prestazioni/autonomia. Questo Honor 10 si comporta bene in termini di consumi, vista anche la batteria da  3,400mAh. Ma con un uso molto stress si arriva massimo a cena ma non a sera inoltrata.

Buona anche la ricezione e la gestione del Dual-Sim. L’audio, sia in capsula che in vivavoce ha una buona qualità

Fotocamera:

IMG_1283

Honor migliora il compatto fotografico rispetto al predecessore integrando un doppio modulo posteriore con sensore principale da 16MP e un secondario in bianco e nero da 24MP.

L’interfaccia fotografica resta la medesima in stile Huawei/Honor anche se manca la possibilità di girare il Super Slow Motion a 960fps, presente solo 120fps in full HD.

Honor ha nascosto sotto la voce “altro” la modalità notturna, vista su P20 Pro | Huawei P20 Pro: approfondimento qualità fotografica e video | una mossa che giudico giusta in quanto è impossibile utilizzare se non attaccando lo smartphone ad un cavalletto perché tenerlo fermo per più di 10 minuti a mano libera è impossibile.

Questa è una mossa che ovviamente va a limitare questo honor 10 rispetto a P20 e P20 Pro ma è anche giusto per giustificare il prezzo di vendita più elevato.

Honor ha spinto molto in fase di presentazione sull’intelligenza artificiale che continuo a non apprezzare visto che tende ad alzare di molto la saturazione rendendo le foto meno naturali.

Preciso che scattando con AI attivato è possibile salvare la foto senza Al anche dopo lo scatto, in questo modo potete decidere quale delle due utilizzare.

L’intelligenza artificiale a parte la qualità fotografica è più che buona con un livello del dettaglio accettabile e un autofocus molto preciso in qualsiasi tipo di condizioni ambientali.

In assenza di luminosità ambientale il comportamento resta buono, tralasciando la modalità notte che reputo inutile. Gli scatti in automatico restano i migliori ma AI in alcuni agisce in maniera efficace.

Anche la camera frontale si comporta molto bene; credo che si tratti della stessa 24MP montata sui top huawei. Infatti tende sempre un po a sovraesporre.

Anche questo Honor 1o registra in 4K a 30fps o in full HD a 60fps in entrambi i casi non è presente la stabilizzazione per cui il risultato non è per niente soddisfacente. In full HD a 30fps la stabilizzazione digitale si comporta invece egregiamente.

Voto Recensione

Design8
Display6.5
Materiali/Ergonomia7
Software7
Fotocamera7
Audio6.5
Qualità/Prezzo8

Conclusioni

7.1Continuo a non comprendere bene la linea adottata da Honor/Huawei che continuano a farsi competizione a vicenda con tutti smartphone più o meno simili. Il brand Huawei in italia è sicuramente più affermato rispetto ad Honor, soprattutto per una questione di investimenti pubblicitari, sono sicuro che P20 Lite e P20 (anche se P20 Lite integra un hardware inferiore) vedranno molto di più rispetto a questo Honor 10. A dirla tutto questo smartphone non mi ha proprio convinto a pieno mi sarei aspettato qualcosa in più per quanto riguarda l’autonomia e anche perché rispetto alla controparte Huawei non offre qualche funzione “esclusiva”. Il prezzo di vendita di listino, 399€, resta molto allettante per un prodotto che comunque nell’uso quotidiano si comporta bene. Anche le colorazioni cangianti lo rendono più originale . Acquistare questo Honor 10 rispetto alla line up Huawei ha senso visto il costo inferiore e software/prestazioni praticamente simili. La scelta di uno smartphone resta sempre soggettiva ma con tutti questi modelli districarsi diventa sempre più difficile.