Recensione Honor 7x: il gemello del Mate 10 Lite con un prezzo più contenuto

17 gennaio 2018 | recensioni
Resta aggiornato sugli ultimi video, recensioni e anteprime, di SmartphoneLab.it iscriviti al Canale Youtube!

Honor continua con a mantenere un rapporto qualità prezzo eccellente per i propri dispositivi e lo fa anche con questo Honor 7x visto che si tratta di un Mate 10 Lite ma con un prezzo di listino inferiore per condividendo un hardware pressoché identico. Adesso andiamo ad analizzare come è andata questa settimana di utilizzo con questo Honor 7X.

Materiali ed Ergonomia: un passo in avanti per la gamma X

Rispetto ai modelli precedenti della gamma X con questo nuovo modello viene fatto un grande passo in avanti per quanto riguarda costruzione e materiali. La scocca è realizzata completamente in metallo con una finitura satinata, nelle quale è stato alloggiato il sensore di impronte digitali sempre rapido nello sblocco ma la posizione troppo in alto lo rende un pò scomodo.


Fatta eccezione per la disposizione della doppia camera posteriore, il design è praticamente identico a quello del Mate 10 Lite  con il quale condivide anche la presenza del display in 18:9.

Da un punto di vista ergonomico resta poco usabile con una mano sola visto che raggiungere l’angolo dello schermo è praticamente impossibile.

Nota negativa la presenza della porta microUSB. Siamo ormai nel 2018, anche se il dispositivo è stato ufficializzato nel 2017, è vedere uno smartphone con questa porta è praticamente inaccettabile.

Display: 18:9, come tutti

IMG_0966

La caratteristica peculiare di questo smartphone resta il display in rapporto d’aspetto 18:9. Si tratta di un è LTPS LCD da 5.93 pollici con risoluzione FullHD+, cioè 2160×1080 pixel e una densità di 400 ppi.

Nell’uso quotidiano di tratta di un buon pannello con una buona visibilità in esterna, anche se la luminosità massima non è altissima. La taratura del pannello e buona anche se l’angolo di visuale non e così ampio visto che ad una leggera inclinazione il bianco tende al grigio mentre il nero non è molto profondo.

Hardware e prestazioni: tutto va per il meglio

IMG_0970

 

Arriviamo alle caratteristiche hardware, il processore a bordo è un HiSilicon Kirin 659 si tratta di una CPU octa core a 2.36 GHz  e una GPU Mali T830 MP2, accompagnati da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile tramite MircoSD fino a 256GB.

In generale il comportamento quotidiano è buono. Nonostante l’interfaccia non sia delle più leggere viene comunque ben gestita senza mostrare alcun tipo di lag o rallentamento nelle varie animazioni di sistema.

Trovare smartphone che girino male ormai è quasi impossibile ma sottolineo che questo 7x non mi ha dato mai alcun tipo di problema, nessuna applicazione si è mai chiusa per qualche bug.

Se siete degli appassionati di giochi, o semplicemente volete passare un po’ di tempo libero, potete farlo senza problemi visto che la GPU, anche con titoli pesanti, vi permetterà di giocare con un frame rate sempre costante.

Al tatto non si percepisce un innalzamento delle temperature ma con la camera termica ho registrato un picco di 30 gradi nell’esecuzione dei bencmarck.

Software: di Oreo neanche l’ombra!

IMG_0955

Arriviamo al compatto software per il quale c’è molto poco da dire  visto che ci troviamo difronte ad Android Nougat con EMUI 5.1.


Presente anche qui la funzione App gemella che ci permette di utilizzare due istanze della medesima applicazione, utile se utilizziamo due SIM contemporaneamente.

Al momento non è stata rilasciata alcuna informazione sull’arrivo di Android Oreo, ma nel corso del CES 2018 è stato confermato dalla stessa Honor l’arrivo del face unlock, ma anche dell’arrivo della EMUI 8.0

Fotocamera: la classica di Honor/Huawei

IMG_0960

Il compatto fotografico di questo Honor 7x vede la presenza di un doppio sensore posteriore da 16 e 2 megapixel. Quello principale è dotato di una lente con apertura f/2.2 senza alcun tipo di stabilizzazione.

Il secondo sensore viene utilizzato per l’acquisizione dei dati sulla profondità di campo per elaborare un effetto bokeh meno software e più naturale.

Come ormai per tutti gli smartphone gli scatti con un buon quantitativo di luce sono di buona qualità con una qualità cromatica vivace ma con una saturazione non molto alta. Ottimo anche l’HDR che mette una pezza alle foto scattate in controluce.


La situazione varia quando l’illuminazione cala. Vista l’assenza della stabilizzazione e un apertura focale non così luminosa il dispositivo tende ad alzare gli ISO andando a causare un evidente rumore, visibile principalmente nelle aree meno illuminate della foto.

La fotocamera frontale, da 8 Mpx, riesce ad avere sempre una resa buona con risultati accettabili anche con poca luce. Anche qui troviamo la modalità ritratto che però applica un effetto di profondità ma un filtro bellezza software.

Chiudendo il compatto fotocamere parliamo anche della registrazione video che arrivano ad una qualità massima del 1080p a 30fps. Nel complesso la gestione delle luci e la messa a fuoco si comporta decentemente, peccato per l’assenza della stabilizzazione e anche dei 60fps che avrebbero migliorato ulteriormente la cosa.

Batteria,Audio e Ricezione:

IMG_0957

Concludo la mia analisi parlandovi della batteria di questo Honor 7x da 3340 mAh che riesce a portarci a cena inoltrata senza grandi problemi con una giornata sempre sotto 4G con frequenti cambi di cella.

Con un uso blando riuscirete ad arrivare a sera anche con un 50%; riuscendo, di conseguenza, a coprire una giornata e mezza di utilizzo.

Buona la ricezione, il segnale si aggancia senza problemi in qualsiasi tipo di zone. L’audio in capsula è di media qualità mentre la qualità dello speaker, nel complesso, è sufficiente.

Peccato per la presenza del WiFi mono band però invece troviamo il supporto al 4G+ che in accoppiata con il giroscopio sono le due uniche differenze sostanziali rispetto al Mate 10 Lite, a suo favore.

Conclusioni

Questo Honor 7x è di fatto uno smartphone completo ma soprattutto al passo con il trend del momento: il display in 18:9.

Honor 7X è di fatto un gemello del Huawei Mate 10 Lite, identici per design, hardware e prestazioni ma il 7x vanta la presenza del 4G+ e il giroscopio ma anche una fotocamera frontale in meno.

Il prezzo di listino è di 299 euro, 50 euro in meno rispetto alla controparte huawei, un prodotto comunque di tutto rispetto. Considerate anche che Honor, in alcuni periodi, applica degli sconti ai propri prezzi di listino per cui sotto i 250/280 euro potrebbe essere un’ottima scelta.

  • Design - 6,5
    6,5
  • Display - 7
    7
  • Materiali/Ergonomia - 6
    6
  • Software - 7
    7
  • Fotocamera - 6,5
    6,5
  • Audio - 6,5
    6,5
  • Autonomia - 7
    7
  • Qualità/Prezzo - 8
    8
  • Esperienza Utente - 7
    7
Voto 7,5