Recensione Huawei Mate 10 Lite: Quattro fotocamere non sono meglio di due

Come per la gamma P, anche quella Mate, oltre al 10 e 10 Pro, vede l’affiancamento di una versione Lite per accontentare tutti gli utenti. Le principali caratteristiche di questo Huawei Mate 10 Lite sono due: display 18:9 e ben quattro sensori fotografici, ma faranno la differenza rispetto ai classici due sensori? Adesso vi racconto come è andata questa settimana con Mate 10 Lite.

Design,Matariali ed Ergonomia: nulla di nuovo

Il design di questo Mate 10 Lite sa di già visto, in parte riprende le linee della gamma P ma anche Mate. La qualità costruttiva è ottima vista la scocca in alluminio con bordi arrotondati.

Viste le dimensioni generose l’ergonomia non è massimo, per l’uso ad una mano, ma i sui 160 grammi, in accoppiata alla riduzione dell’interfaccia, sono un buon compromesso per utilizzare questo dispositivo. Si tratta comunque di uno smartphone abbastanza scivoloso ma con la cover, presente in confezione, la presa migliora decisamente.

Come su Mate 10 Pro, il sensore di impronte posteriore si trova sulla parte posteriore  e sblocca 8 volte su 10 il dispositivo. Inoltre sono presenti tutte le classiche gesture che ci permettono di sfogliare la galleria o aprire la tendina delle notifiche.

Display:

IMG_0849

Il punto cardine di questo Mate 10 Lite è la presenza del display 18:9 con risoluzione FHD+ da 2160×1080 pixel ed una densità di 409 ppi con vetro protettivo smussato agli angoli.

La qualità di questo pannello non mi fa impazzire ma è accettabile. In esterna la visibilità è buona, grazie anche all’elevato contrasto.

Con angolazioni molto elevate iniziano a vedersi i difetti con colori, in particolare il bianco, che tende a virare alterando la qualità stessa. Non altissima la luminosità ma tutto sommato si vede abbastanza bene. Sappiate che se utilizzate occhiali polarizzati questo dispositivo in verticale, non si vede!

Il bianco, di base è impostato su una tonalità fredda ma tramite le impostazioni possiamo comunque regolare la temperatura colore. Inoltre è possibile forzare anche la visualizzazione delle applicazione non ancora ottimizzate per il 18:9.

Hardware e Prestazioni

IMG_0851

Questo Mate 10 Lite integra una dotazione già vista su altri smartphone di casa Huawei. Il SoC è il Kirin 659, derivazione del 650 con un clock più alto. Si tratta di un octa-core Cortex-A53 con processo produttivo a 16nm con quattro core a 1.7 GHz  e altri quattro a 2,3 GHz.

A completare la dotazione tecnica troviamo o 4GB di RAM di tipo LPDDR3 e 64GB di storage – a disposizione dell’utente circa 48GB, espandibile.

La GPU è una Mali-T830 MP2 che di fatto si comporta bene in ogni condizione di utilizzo anche nel gaming più spinto. Sottolineo l’assenza dell’NFC e del giroscopio

Nell’uso quotidiano ci troviamo di fronte ad un dispositivo piacevole da utilizzare. Nulla di trascendentale per quanto riguarda le temperature il picco massimo, nei miei test, è stato di 30 gradi. Il leggero aumento delle temperature porta a qualche sporadico lag.

Batteria,Audio e Ricezione:

IMG_0843

Abbastanza soddisfatto dell’autonomia di questo Mate di Huawei, la batteria da 3340mAh  mi ha permesso di arrivare intorno alle 19 totalizzando 4h di schermo attivo. Il consumo generale varia in relazione alle operazioni eseguite, con navigazione gps e riproduzione di contenuti multimediali l’autonomia cala del 20% in un ora.

Come da tradizione Huawei sono presenti tutti i classici risparimi energetici (classico e ultra) da utilizzare in caso siamo a secco di batteria. Niente ricarica rapida per quest0 Mate 10 Lite, una ricarica completa impiega circa 1 ora e 50 minuti.

Mate 10 Lite è un Dual SIM Dual Standby con supporto alla rete LTE di categoria 6 solo per la SIM principale, visto che la seconda SIM può essere utilizzata solo in 2G. La ricezione si comporta abbastanza bene in ogni condizione.

Discreta anche la qualità audio dello speaker di sistema con un volume non altissimo. Buona la qualità dalla capsula auricolare ma anche in questo caso il volume non è molto alto.

Fotocamere: qui ne abbiamo ben quattro!

IMG_0845

Questo Mate 10 Lite ha ben quattro sensori fotografici anche se quelli dedicati alla cattura delle foto sono solo due. Sulla parte posteriore troviamo un sensore  da 16 megapixel con messa a fuoco automatica e apertura f/2.2. Frontalmente c’è un sensore da 13 megapixel a fuoco fisso con apertura f/2.0 con flash LED. Ad entrambi i sensori vengono affiancati due sensori da 2 megapixel che vengono utilizzati esclusivamente per la profondità di campo.

Utilizzando entrambi i sensori, sia posteriore che anteriore, la qualità è discreta. L’effetto bokeh è comunque simulato lato software, per questo poco naturale. Per questo la presenza del secondo sensore migliora leggermente la qualità rispetto ad un sensore unico ma non la stravolge particolarmente.

In foto scattate di giorno vengono accentuati i contrasti e in zone d’ombra si nota un pò di rumore. La qualità in condizioni di scarsa illuminazione è molto bassa. Insomma foto in linea con tutti i device trà i 200/300 euro.

I video possono essere girati in FullHD a 30fps, l’assenza della stabilizzazione ottica si fa vedere e il software cerca in parte di correggere tale mancanza ma il risultato non cambia.

Software: EMUI 5.1 e Android 7.0

IMG_0847

Come per tutti i Hauwei anche su questo Mate 10 Lite troviamo la EMUI 5.1 e Android 7.0 Nougat con patch di sicurezza ferme a settembre.

L’aggiornamento ad Android Oreo dovrebbe comunque arrivare nei primi mesi del 2018. L’interfaccia resta quella che abbiamo imparato a conoscere e apprezzare con un occhio alla personalizzazione ma anche alla semplicità di utilizzo.

Voto Recensione

Design6
Display7
Materiali/Ergonomia6.5
Software7
Fotocamera6
Autonomia7
Qualità/Prezzo7.5

Conclusioni

6.7Partiamo dal prezzo di listino di 349 euro, disponibile in più varianti cromatiche Prestige Gold, Graphite Black e Aurora Blue. Utilizzandolo, i primi giorni, si resta comunque soddisfatti della qualità complessiva di questo smartphone. In realtà approfondendo l'utilizzo la fotocamera si comporta bene ma non eccelle, il design non è particolarmente innovativo e le prestazioni si allineano con tutti i dispositivi della medesima fascia di prezzo. Di fatto non ho trovato particolare vantaggi nello scegliere questo Mate 10 Lite rispetto a un P10 Lite, che oggi lo si trova intorno ai 200€, visto che l'esperienza utente e la medesima. Con un prezzo sotto ai 300€ resta comunque una valida alternativa per tutti coloro che cercano un dispositivo con display ampio e una buona usabilità generale.