Recensione Moto X4: Motorola is Back

10 gennaio 2018 | recensioni
Resta aggiornato sugli ultimi video, recensioni e anteprime, di SmartphoneLab.it iscriviti al Canale Youtube!

Era il Gennaio del 2014 quando Google ha venduto Motorola Mobility a Lenovo. In questi anni Lenovo ha continuato ad annunciare prodotti sotto la gamma moto accantonando il brand Motorola sulla scocca dei dispositivi. A quando pare la questione si è chiusa definitivamente in favore del brand Motorola, niente più dispositivi Moto By Lenovo ma semplicemente Motorola.

Tra i primi dispositivi, di nuovo sotto lo storico brand, troviamo Moto X4 un dispositivo che ho utilizzato intensamente in questa settimana e ora sono pronto a raccontarvi tutto all’interno della nostra recensione.

Design ed Ergonomia: un vero Motorola!

Inizio partendo dall’aspetto estetico di questo Moto X4. Nonostante si tratti di un dispositivo senza particolari caratteristiche o un display in 18:9, il design non mi dispiace, anzi rientra perfettamente nello stile dei prodotti della gamma Moto: semplice e inconfondibile. La parte posteriore è realizzata completamente in vetro con una curvatura ai lati, che ne migliora l’aspetto estetico, ma al tempo stesso ci garantisce una migliore ergonomia.


Non si tratta di un dispositivo particolarmente con dimensioni molto contenute visti i ben 8mm di spessore e i 163 grammi, che si fanno sentire.

Nel complesso si impugna bene, grazie anche alle cornici ridotte e un display non molto grande, per questo si riesce ad utilizzare con una mano sola.

Importante sottolineare la presenza della certificazione IP68 cioè la resistenza contro acqua e polvere.

Nella parte frontale è presente il sensore di impronte digitali con una buona sensibilità alla pressione e con un’ottima velocità di sblocco. Se vogliamo trovare il pelo nell’uovo non mi fa impazzire la forma da un punto di vista estetico.

Display: nessuna particolarità

_DSC2151

Il display è un pannello LTPS IPS da 5,2 pollici di diagonale. Si tratta di uno schermo fullHD, con risoluzione 1920×1080 pixel con una densità di 424ppi.

La luminosità non è particolarmente elevata ma comunque la visibilità in esterna è buona. La gamma cromatica standard non mi piace in particolare i colori risultano un pò spenti, in modalità Vivace la cosa migliora ma i colori diventano molto più saturi.

Nell’utilizzo quotidiano si tratta comunque di un display che si utilizza senza problemi con un buon angolo di visione ma dei bianchi tendenti un pò al grigio.

Snapdragon 630: prestazioni da medio di gamma

IMG_0941

All’interno di questo Moto X4 troviamo un processore Snapdragon 630 non si tratta comunque della miglior compatto hardware sul mercato ma comunque ci garantisce delle buona prestazioni in rapporto all’ottimizzazione del sistema, visto il software completamente stock.

A completare la scheda tecnica troviamo 4GB di memoria RAM e 64 GB di memoria interna espandibile tramite MicroSD, rinunciando alla seconda SIM.

Le applicazioni si aprono con tempi accettabili. Buona anche la gestione della RAM che nel complesso ci consente di tenere aperte un discreto numero di applicazioni

La Adreno 508 ci consente di giocare a titoli con una discreta grafica con titoli più pesanti si notano comunque dei cali di frame.

Nel complesso il compatto hardware si comporta sempre bene. In relazione al prezzo di listino mi sarei aspettato una scheda tecnica leggermente superiore.

Le temperature si attestano in qualsiasi tipo di condizione sempre su valori piuttosto bassi tra i 22 e i 25 gradi.

Batteria,Audio e Ricezione

IMG_0917

Lo Snapdragon 630 rappresenta l’ottimo compromesso per prestazioni ed autonomia. Anche su questo Moto X4. che presenta una batteria da 3000 mAh di capacità,  ci permette di chiudere una giornata lavorativa.

Anche con un utilizzo molto intenso si riesce sempre ad arrivare a sera, nel mio giorno di test sono riuscito a totalizzare 5 ore di schermo attivo con un utilizzo di 18 ore totali. Due giorni sono praticamente impossibili da coprire, ma diciamo che con una singola ricarica almeno un giorno lo si copre.

Nel caso in cui rimaniate a secco di batteria, tramite il caricatore  rapido Turbo Power potremo ricaricare la batteria completamente in meno di due ore.

Per quanto riguarda la ricezione ho notato qualche problema in fase di aggancio al segnale, ma una volta stabilitosi si mantiene abbastanza bene. Se vi trovare in condizioni però di scarsa ricezione sappiate che difficilmente riuscirete ad effettuare una telefonata, per esempio in uscita da una galleria, dovrete attendere quei tre/quattro secondi per il riaggancio alla cella.

L’audio è di qualità media; purtroppo non è presente uno speaker dedicato per i contenuti multimediali per questo, qualsiasi tipo di audio, sarà riprodotto esclusivamente dalla capsula auricolare che nel complesso si comporta bene per telefonate e vivavoce ma non per altro.

Software: la solita personalizzazione minimale

IMG_0934

Da un punto di vista software ho poco da dirvi a bordo troviamo sempre il classico launcher dei dispositivi moto. La base resta Android in versione 7.1.1 Nougat, con patch di sicurezza aggiornate a novembre, Android 8.0 è stato rilasciato da poco ma al momento non abbiamo ricevuto la notifica OTA.


L’interfaccia di fatto è quasi stock poche personalizzazioni ma molta sostanza. Presenti anche su questo X4 le classiche Moto Action, grazie alle quali tramite rotazione e scuotimento dello smartphone, anche il sensore di impronte può essere sfruttato per navigare all’interno dell’interfaccia tramite gesture eliminando i tasti a schermo, possiamo avviare la fotocamera o attivare il flash led.

Moto Voice è presente ma purtroppo non supportato in Italiano. Inoltre è stato inserita una nuova features chiamata key che permette di salvare le password e sostituirle con una scansione tramite del sensore biometrico.

Fotocamera: il primo dual cam

DSC2147

Anche Motorola si allinea al mercato introducendo un modulo con doppia fotocamera posteriore. Tralasciando l’estetica dei sensori, che personalmente non mi piace vista la troppa sporgenza, l’ottica principale è una 12 megapixel di risoluzione e apertura focale f/2.0, unito ad un secondo modulo da 8 megapixel e apertura f/2.2 con una lente grandangolare da 120 gradi.


Come su tutti i dispositivi in condizione di buona illuminazione, gli scatti sono di buon livello con ottimi contrasti e un HDR che lavora sufficientemente bene ed una messa a fuoco abbastanza veloce.

Quando la luminosità cala il tempo di messa a fuoco aumenta, di conseguenza si alza il rischio di effettuare scatti mossi.

La camera grandangolare, nel complesso, si comporta nel mesedimo modo con una qualità leggermente inferiore rispetto al sensore principale per questo non ci permette di sfruttare lo stesso livello di dettaglio, che su una camera grandangolare fa la differenza. Questa soluzione a mio avviso resta la migliore implementazione di dual cam.

Nel complesso accettabile la qualità della camera anteriore, si tratta di un modulo da 16 megapixel, anche in questo caso la velocità di scatto non è eccezionale.

Possibile registrare video fino ad una risoluzione massima di 4K, non è presente la stabilizzazione ottica, ma è possibile sfruttare un sistema di stabilizzazione digitale, solo a 1080p, che si comporta in maniera discreta. La compensazione dell’esposizione è di buon livello, la messa a fuoco lascia un po a desiderare.

Nel complesso la migliore qualità di registrazione resta il 1080p a 60fps dove possiamo attivare anche la lente grandangolare, non sfruttabile in 4K.

Conclusioni:

Le mie considerazioni finali partono dal prezzo di listino di 449 euro per l’unica versione disponibile in Italia con 4GB di RAM e 64GB di storage.

Un prezzo tutto sommato accettabile per un prodotto che si comporta bene. Purtroppo però va a scontrarsi con altri dispositivi con prestazioni di livello superiore ad un prezzo simile, o anche top di gamma il cui prezzo oggi è calato notevolmente.

Per la qualità generale il posizionamento di listino è più che giusto ma, abbattuto il muro dei 299 euro, potrebbe essere una valida alternativa ad altri device.

  • Design - 7
    7
  • Display - 6
    6
  • Materiali/Ergonomia - 7
    7
  • Software - 6
    6
  • Fotocamere - 6
    6
  • Audio - 5
    5
  • Autonomia - 7,5
    7,5
  • Qualità/Prezzo - 7
    7
  • Esperienza Utente - 6,5
    6,5
Voto 7