Recensione Samsung Galaxy A8 2018: prestante ma costoso!!

Samsung apre il 2018 rinnovando la gamma Galaxy A  con i  nuovi Galaxy A8 e Galaxy A8 Plus, due dispositivi molto interessanti vista l’integrazione di alcune soluzioni tecniche adottate sui Galaxy S. In Italia arriva solo la versione più piccola, Galaxy A8 2018 cioè quella con display da 5.6″. Adesso vi racconto come è andata la mia settimana di utilizzo in compagnia del primo smartphone Samsung del 2018.

Design, Materiali ed Ergonomia:

Partiamo dal design di questo A8 2018 che di fatto non si discosta molto dalla precedente generazione. La parte frontale non mi fa impazzire viste le due cornici, superiori e inferiori, abbastanza spesse e un design in generale che non ha un tratto distintivo.

Il profilo è in metallo e lo spessore è di ben 8.4mm. L’ergonomia è buona, come l’impugnatura grazie anche alla backcover in vetro che aderisce bene al palmo della mano. Il peso è di 172 grammi ma in generale si riesce ad utilizzare abbastanza bene con una mano sola, grazie anche alla riduzione dell’interfaccia. Molto bella anche la colorazione della backcover Orchid Gray.

Come sui fratelli maggiori, S8 e Note 8, il sensore biometrico è sul retro, sta volta alloggiato sotto alla fotocamera che, probabilmente, anticipa il posizionamento che avrà anche su S9. Una posizione sicuramente più comoda e facile da raggiungere. La rapidità di sblocco è ottima, inoltre possiamo sfruttare, il sensore, anche per aprire e chiudere il pannello delle notifiche tramite lo scorrimento del dito.

Inoltre è presente anche lo sblocco tramite il riconoscimento del volto, non sempre rapido ma anche non molto sicuro.

Anche su questo Glaxy A8 troviamo la presenza della certificazione IP68 contro acqua e polvere. Il tasto home non è sensibile alla pressione per cui, per accendere il display, bisognerà toccato due volte.

Display: Super AMOLED, una garanzia!

_DSC2169

Quando si parla di display Samsung rapresenta l’eccellenza per quanto riguarda i pannelli AMOLED. Anche su questo A8 Samsung ha integrato un Super AMOLED da 5.6 pollici di diagonale in rapporto 18.8:9 con risoluzione FullHD ed una densità di 441ppi. Certo non raggiungiamo la definizione di un note 8, ma da un punto di vista visivo è un display molto piacevole da utilizzare.

La taratura dei colori è buona, forse avrei preferito un pò più di saturazione. Gli angoli di visuale sono prossimi ai 180° gradi con un’ottima visibilità sotto la luce diretta del sole. Come tutti gli OLED il bianco tende all’azzurrino mente il nero è assoluto.

Hardware e Prestazioni:

IMG_1010

Anche il compatto hardware è realizzato dalla stessa Samsung visto il processore Exynos 7885, un octa core da 2.2GHz con architettura big.LITTLE realizzato con processo produttivo a 14nm supportato da 4GB di memoria RAM.

Il comportamento in generale è ottimo con una buona reattività generale con delle prestazioni che ci garantiscono una buona fulidità anche in situazioni dove è richiesto uno sforzo maggiore dell’hardware. Sottolineo però che nei primi due giorni di utilizzo ho notato quale lag dell’interfaccia ma la cosa si è risolta grazie anche ad un aggiornamento software.

La GPU a bordo è una Mali-G71 che riesce a far girare anche titoli più pesanti ma con un frame rate non altissimo. I 4GB di RAM vengono gestiti al meglio anche se, rapportando l’hardware al prezzo di listino, avrei preferito qualche giga in più.

Analizzando le temperature con la camera termica si raggiungono massimo i 30 gradi, anche se al tatto il calore non è percepibile.

Software: ancora Nougat

IMG_1016

Per quanto riguarda il software Samsung poteva fare sicuramente meglio visto che troviamo ancora Android in versione 7.1.1 Nougat con Samsung Experience 8.5. Secondo le dichiarazioni di Samsung per l’arrivo di Oreo bisognerà attendere il mese di Marzo.

Oltre alle classiche features di Android stock la personalizzazione di Samsung resta la stessa vista sui Galaxy di fascia più alta con la possibilità di scegliere a proprio piacimento uno dei tanti temi disponibili sullo store di Samsung. Tramite impostazioni della home possiamo scegliere se utilizzare o meno l’app drawer.

Anche su A8 troviamo l’assistente Bixby con la sua pagina dedicata. Bixby è anche integrato nella fotocamera con la funzione “vision”  per la scansione dei codici QR e lettura degli oggetti.

Batteria, Audio e Ricezione:

IMG_1017

La batteria di A8 è da 3000mAh con supporto alla ricarica rapida. Ottima l’autonomia di questo smartphone. Con il mio classico utilizzo sono riuscito a totalizzare circa cinque ore di display attivo per un totale di 10 ore totali di attività. Con un uso intenso del dispositivo Always On Display va ad incidere poco, mentre con un uso blando l’AOD tende a consumare un pò troppa batteria, un pò come accadeva con Note 8, ma in forma ridotta in termini di consumi totali.

La versione che abbiamo noi in prova è quella Dual SIM con supporto alle reti LTE in Cat.11. Decisamente buona la qualità audio in chiamata, sia tramite capsula auricolare che tramite vivavoce. Nessuna problematica per quanto riguarda la ricezione del segnale di rete cellulare e Wi-Fi.

A completare il quadro tecnico troviamo anche il Bluetooth 5.0, l’NFC e GPS con Glonass e BeiDou. Molto apprezzata anche la presenza della radio FM.

Fotocamere:

_DSC2166

Per quanto riguarda il compatto fotografico troviamo un sensore posteriore da 16 megapixel con messa a fuoco a rilevamento di fase ed apertura f/1.7. Per quanto riguarda la camera frontale troviamo un ottica da 16 megapixel, ma con apertura f/1.9, e un secondo sensore da 8 megapixel con apertura f/1.9 che ci permette di effettuare la sfocatura variabile dello sfondo.

Grazie alla buona apertura focale la qualità degli scatti è di ottima qualità con un rumore assente ed un ottimo livello del dettaglio e un buon bilanciamento del bianco, anche in condizioni di scarsa illuminazione la camera si comporta egregiamente.

Anche la camera frontale è di buon livello con ottimi dettagli, buona esposizione e un eccellente bilanciamento dei colori. La sfocatura dello sfondo risulta naturale e non crea alcun tipo di artefatto tra soggetto e sfondo.

Per quanto riguarda i video possiamo registrare solo in FHD a 30fps, la stabilizzazione è solo digitale ma comunque ci garantisce una buona compensazione dei tremolii. Peccato che Samsung non abbia integrato la registrazione 4K o FHD a 60fps.

Voto Recensione

Design6.5
Display7.7
Materiali/Ergonomia7.5
Software6.6
Fotocamera7.5
Autonomia8
Qualità/Prezzo6

Conclusioni

7.1Samsung Galaxy A8 2018 è già disponibile ad un prezzo di listino di 529 euro. Un prezzo che, rapportato a quello del Galaxy S8, di 829 euro a listino è più che giusto. Ovviamente noi valutiamo lo "street price" online, che per S8 è di poco sopra i 500 euro. Per questo diventa difficile prendere A8 in considerazione sapendo che allo stesso prezzo si può acquistare il top di gamma. Questo Galaxy A8 2018 è un ottimo prodotto sotto molti punti di vista: display, qualità fotograficae costruzione. Peccato per l'assenza di Android Oreo al lancio per la mancata presenza della registrazione in 4k ed un prezzo di listino decisamente troppo alto. Se non dovete acquistare subito un nuovo smartphone potete attendere ancora qualche settimana il calo fisiologico del prezzo online. Fino al 14 Febbraio comunque, chi acquisterà un Galaxy A8 (2018) potrà ricevere un GearVR, dal valore di circa 150 euro, in omaggio.