Recensione Sony Xperia XZ Premium: il primo device con display 4K HDR

Annunciato nel corso del MWC 2017, già in fase di presentazione aveva molto attirato la mia attenzione vista la scheda tecnica ma anche la nuova fotocamera Motion Eye. Finalmente oggi è arrivato il momento di recensire Sony Xperia XZ Premium, ho utilizzato questo dispositivo per due settimane per comprendere a pieno tutte le sue caratteristiche e oggi sono pronto a spiegarvi cosa ne penso!

Hardware, Materiali ed Ergonomia:

Impugnando per la prima volta questo dispositivo si nota subito la la qualità dei materiali e l’ottima costruzione che vede la presenza di un vetro Gorilla Glass 5 della Corning sia sulla parte anteriore che posteriore. I due bordi laterali sono realizzati in plastica rinforzata mentre la parte superiore ed inferiore è realizzata in metallo con bordi fresati. Sony ci tiene ai piccoli dettagli infatti anche i tasti laterali per la regolazione del volume ed il tasto dedicato alla fotocamera sono realizzati in metallo. Lateralmente troviamo il tasto home, in una posizione molto comoda, con il sensore biometrico molto preciso nello sblocco.

Nel complesso il design non è male nonostante risultano troppo evidenti le cornici del display. Un punto a sfavore di questo XZ Premium è indubbiamente l’ergonomia e il peso di 190 grammi anche se ben distribuito.

Xperia XZ Premium è certificato IP65/68, sony comunque raccomanda di non immergere il device in acqua di mare, acqua salata, piscine a base di cloro o altri liquidi. L’immersione in tali liquidi comporta un annullamento della garanzia.

Il processore a bordo di questo device è il già conosciuto Snapdragon 835 (MSM8998) di Qualcomm,  un octa core da 2.5GHz con GPU Aredno 540, 4GB di memoria RAM e 64GB di memoria interna, di tipo UFS 2.1, espandibile tramite microSD.

Prestazioni: nulla da dire, gira molto bene!

Nonostante la presenza di “soli” 4GB di memoria RAM questo smartphone di comporta molto bene in ogni condizione. Le prestazioni sono ottime, l’avvio delle applicazioni è molto rapido e si riesce a raggiungere un ottimo frame rate di gioco anche su titoli abbastanza pesati.

A questo giro sony ha badato anche alle temperature visto che in condizioni di forte stress si raggiungono massimo i 38 gradi, segno che il sistema di dissipazione funziona molto bene.

Display: il primo 4K HDR, che qualità!

Una delle caratteristiche che ho molto apprezzato di questo Xperia è il display IPS Triluminos HDR da 5.5 pollici con risoluzione 4K con 807ppi. Questo pannello è dotato della tecnologia X-Reality Engine e Dynamic Contrast Enhancher con spettro di colore sRGB. Tramite le impostazioni è possibile aumentare la saturazione dei colori e regolare la temperatura del bianco. 

Che dire di questo pannello veramente eccezionale mi è molto piaciuta la naturalezza dei dei colori e il contrasto. Gli angoli di visione sono prossimi ai 180 gradi.

Per sfruttare al massimo la risoluzione 4K dovremo necessariamente visualizzare contenuti ottimizzati che al momento sono disponibili su Amazon Prime Video e Netflix ma anche Youtube. L’HDR viene attivato solo quando sono riprodotti contenuti video supportati. L’interfaccia utente viene comunque visualizzata in 2160 x 3840 pixel, non in 4K.

 

Batteria,Audio e Ricezione:

IMG_0578

Questo Xperia XZ Premium supporta le reti LTE in  Cat.16 in downlink e Cat.13 in uplink. Buona ma non ottimale la ricezione della rete cellulare, in queste due settimane di utilizzo ho notato la presenza di un po delay nel passaggio tra una cella e un’altra. Buona la qualità dell’audio in capsula mente in vivavoce viene sfruttata solo uno dei due speaker stereo ma con un volume non particolarmente elevato. Per quanto riguarda la riproduzione dei contenuti multimediali possiamo sfruttare il doppio  speaker, con una qualità molto buona ma, anche in questo caso, il volume non è particolarmente elevato.

Finalmente sony si è concentrata sul compatto autonomia. La batteria integrata è da 3230mAh e mi ha consentito di concludere la giornata di utilizzo totalizzando circa 4.20 di schermo attivo, in una giornata di uso intenso non ho superato le 4 ore. Come sempre, se siamo a secco di batteria, possiamo attivare la modalità STAMINA.

Anche su questo Sony è presente la tecnologia Qnovo Adaptive Charging che regola la ricarica della batteria per massimizzarne la durata nel tempo. Presente anche il supporto al  QuickCharge 3.0 di Qualcomm.

Fotocamera: 19MP CON MOTION EYE

IMG_0582

Nel panorama fotografico, Sony,  rappresenta uno dei principali produttori di sensori fotografici e anche per questo XZ Premium Sony ha integrato il nuovo IMX400 Exmor RS da 19 Megapixel da 1/2.3″ con apertura f/2.0, messa a fuoco laser e tecnologia Motion Eye che, tramite la memoria dedicata, ci permette di registrare video in  Super Slow Motion a 960 fps, inoltre è presente anche il Predective Capture che consente di catturare soggetti in movimento grazie anche al processore di immagine BIONZ che consente un rilevamento del movimento più preciso.

La risoluzione massima delle foto è di 19 megapixel in formato 4:3. In 16:9 si scende a 17 megapixel. Che dire ottima la qualità degli scatti con colori naturali. L’elaborazione del rumore di fondo però genere qualche piccola modifica alle foto, falsificando un po la naturalezza dello scatto. In condizioni di scarsa illuminazione la qualità fotografica cala visto che il device tende a mantenere tempi di scatto troppo alti. Buona anche la qualità della camera frontale da 13 megapixel, anche se ho notato un po di distorsione dell’immagine.


Di qualità anche la registrazione video che offre una buona resa dei dettagli con un ottimo contrasto. Presente la stabilizzazione a 5 assi per entrambe le fotocamera, che scende a 3 se registriamo in 4k, In 4K possiamo anche scegliere se usare il codec H264 o H265, molto d’effetto i video in Super Slow Motion a 960 fps in risoluzione HD.

Software:

L’interfaccia di sony resta un delle piu piacevoli da utilizzare con poche funzioni ma utili. Il sistema operativo è Android in versione 7.1.1 Nougat. Come sempre possiamo andare a scegliere effetti di transizione, motivi e cambiare dimensioni ed aspetto delle icone.  L’app drawer può essere ordinato anche per nome o data di installazione. La tastiera di serie è la  Swiftkey come sempre molto precisa e personalizzabile.

Voto Recensione

Design6
Display7.8
Materiali7
Software6
Fotocamere7
Autonomia7
Qualità/Prezzo6.5

Conclusioni

6.8Sebbene l'aspetto estetico è molto soggettivo, esteticamente non è il massimo ma comunque è uno smartphone molto completo da un punto di vista hardware e in generale funziona molto bene. Sony Xperia XZ Premium viene venduto ad un prezzo di listino di  769 euro, in linea con gli altri top di gamma, anche se online lo si trova intorno ai 500 euro. Display, autonomia e prestazioni sono i principali punti di forza di questo device. Per quanto riguarda il design lo ritengo ormai "vecchio" visto che sony continua a proporre device sempre identici sotto questo punto di vista. Peccato per l'ergonomia non ottimale e una qualità fotografica leggermente sotto gli altri top di gamma, anche se lo slow motion a 960fps  resta una caratteristica esclusiva di questo Sony.