Recensione Umidigi Crystal: borderless sotto i 170 euro, dove sta la fegatura?

In questo 2017 abbiamo assistito all’arrivo di una schiera di smartphone caratterizzati dalla parola borderless una tendenza spopolata molto rapidamente nel mercato, soprattutto per la fascia top di gamma.

In realtà non bisogna spingersi verso dispositivi che superano i 500 euro per avere un device “senza bordi” , visto che Umidigi porta sul mercato Crystal un device molto economico, con un design borderless e una scheda tecnica tutto sommato accettabile, ma dove sta la fregatura? vi spiego tutto in questa recensione!

Design ed Ergonomia: a me piace!

Come ogni dispositivo borderless, questo Crystl, fa la sua sporca figura tra i big del mercato, riprendendo un po lo stile del Mi Mix di Xiaomi, con una riduzione sostanziale dei bordi superiori e laterali. Mentre in basso è ben evidente la cornice che integra la fotocamera anteriore da 5MP.

Il frame è in metallo con uno spessore di ben 8.1mm. La scocca posteriore è in vetro, minimale ma piacevole. Sotto alla Dual-Cam trova posto il sensore di impronte digitali a filo, un po difficile da sentire al tatto, ma sblocca il device 6 volte su 10 ma l’accensione del display, dopo il riconoscimento, non è rapidissima.

Nel complesso l’ottimo assemblaggio ci garantisce una buona ergonomia, nonostante le dimensioni generose, stiamo comunque parlando di  un device che integra un display da 5.5 pollici, questo crystal si tiene molto bene con una mano sola.

L’aspetto borderless di questo smartphone non rappresenta solo un esercizio di stile a mio avviso ma anche un permette di limitare pesantemente gli ingombri, almeno per farlo entrare nella tasca dei pantaloni. Sony Xperia Premium XZ ha anche lui un display dalle stesse dimensioni ma è decisamente più ingombrante di questo Umidigi.

Prestazioni accettabili e software stock

In tutta sincerità passare da iPhone 8 Plus a questo Crystal è stato un pò traumatico ma dopo un piccolo aggiornamento software le cose sono iniziate ad andare per il verso giusto.

La dotazione hardware vede la presenza di un MediaTek MTK6750T, octa-core con Cortex-A53 a 1.5GHz realizzato a 28nm che se la cava abbastanza bene a gestire il sistema stock di Android 7.0 che pesa poco più di 1GB.

  • SoC: MediaTek MT6750t octa-core 1.5Ghz (28nm)
  • GPU: ARM Mali-T860 MP2
  • Memoria: Interna: 64GB (espandibile) / RAM: 4GB
  • Display: 5.5 pollici SHARP bezel-less / Risoluzione: 1080 x 1920 pixels, 16:9 / Gorilla Glass 4
  • Fotocamera: posteriore 13MP + 5MP Samsung / frontale 5MP
  • Video: full HD a 30 fps
  • Reti:GSM 850(B5)/900(B8)/1800(B3)/1900(B2), WCDMA / LTE FDD 2100(B1)/1800(B3)/2600(B7)/800(B20)
  • Wirless Bluetooth 4.1 / Wi-Fi 802.11 a/b/g/n
  • Connessioni: Jack Audio da 3.5mm / USB Type-C (USB OTG)
  • Gps: A-GPS
  • Sensori: Accelerometro, Giroscopio, Bussola, Sensore di prossimità, luminosità, lettore impronte
  • Batteria: 3000 mAh
  • Scocca: back cover in vetro
  • Dimensioni: 141.3 x 74.8 x 8.1 mm e 180g

La variante che stiamo testando è quella con 4GB di memoria RAM e 64GB di storage, vi sconsiglio di valutare la versione 2/16GB visto che il risparmio è minimo.

Sappiate che le applicazioni più comuni come: Facebook, Twitter e Instagram girano un po lente, al primo avvio, attendendo qualche secondo di caricamento la cosa migliora un pò altrimenti la fruizione dei contenuti sarà a scatti.

Sul fronte del Gaming non aspettatevi grandi cose su titoli poco impegnativi, come clash royale, tutto sommato si può giocare ma con titoli più pesanti il tutto risulta molto scattoso segno che la GPU Mali-T860 non è il massimo.

Piccola nota negativa per quanto riguarda il software visto che in alcuni menu non sono tradotti in Italiano.

Display:

IMG_0721

L’utilizzo di questo smartphone ruota attorno al display Sharp da 5.5 pollici full HD che ci assicura il giusto dettaglio, per un pannello di queste dimensioni. I colori sono ben riprodotti come gli angoli di visuale. Il sensore di luminosità non è rapidissimo nell’adattamento ambientale mentre la visibilità sotto alla luce del sole si mantiene discreta.

Il trattamento oleofobico non è dei migliori, quindi mettete in conto una strofinata su qualche superficie, possibilmente non carta vetrata :lol:, lo stesso vale anche per la parte posteriore.

Batteria,Audio e ricezione

IMG_0725

Per quanto riguarda l’autonomia, sotto la scocca troviamo una batteria da 3000mAh. La presenza del processore a 28nm si fa sentire in quanto, con un uso molto intenso, la  scarica è molto veloce ( circa 3 ore di schermo attivo) per questo arrivare a sera diventa molto difficile. Con un uso medio si riesce ad arrivare alle 22. 

Sottolineo però che consuma meno dell’1% in stanby, nota positiva che ci permette di chiudere una giornata se lo utilizziamo poco.

L’audio non è un granché, i bassi sono completamente assenti e anche l’equalizzazione generale è pessima infatti alzando il volume al massimo distorce molto.

Curiosa la scelta di integrare la capsula auricolare nello strettissimo bordo superiore questo si traduce in un audio non buonissimo e in condizioni di forte rumore ambientale diventa molto difficile riuscire ad ascoltare il proprio interlocutore.

Anche per quanto riguarda la ricezione non siamo a livelli top il cambio celle non è velocissimo e ho avuto anche alcuni scollegamenti del WiFI e bluetooth.

Fotocamere:

IMG_0734

Tralasciamo, per il momento la presenza della dual-cam, posteriore. La qualità della camera principale è nel complesso accettabile, per questa fascia di prezzo, in quanto la gamma cromatica, non ampissima, riesce a garantire buoni scatti ( la principale è da 13 Mpx), in condizioni di scarsa illuminazione la qualità decisamente in quanto si nota un certo rumore.

La seconda camera da 5 Mpx e viene sfruttata per l’effetto sfocato del background, bhe forse era meglio se non la inserivano visto che funziona veramente male, per questo facciamo conto come se non esista proprio. La camera anteriore, da 5 Mpx, non ci assicura scatti super definiti ma comunque accettabili.

I video possono essere registrati in full HD a 30fps, la stabilizzazione è praticamente assente, quindi se proprio dovete fare qualche video meglio stare fermi. La fluidità non è il massimo come l’adattamento alla luce.

Voto Recensione

Design7
Display6
Materiali/Ergonomia7.5
Software6
Fotocamera5
Autonomia5
Qualità/Prezzo6

Conclusioni

6.1Questo Crystal incarna a pieno la nuova generazione di smartphone che guardano, con un occhio di riguardo, anche all'aspetto estetico ma con un hardware economico da garantire un costo finale molto basso.  Due/ tre anni fa era impensabile poter acquistare un device con design borderless ad un prezzo intorno ai 150 euro, senza neanche una cornice in plastica. Certamente non è tutto oro quello che luccica dato che questo Crystal pecca in molti compatti in particolare: l'autonomia, la capsula auricolare e la dual-cam. L'aspetto che comunque attira resta la parte estetica visto che con circa 150 euro possiamo acquistarlo su alcuni store cinesi, oppure anche venduto e spedito da Amazon a circa 178 euro ( versione 4/64GB). Insomma se state cercando uno smartphone bello da vedere ma non avete grandi pretese prestazionali allora questo Umidigi Crystal fa al caso vostro.