Samsung Galaxy F: e se fosse proprio quello già visto?

Galaxy F, nome dello smartphone flessibile non ancora confermato, sarà annunciato a inizio 2019, presumibilmente al Mobile World Congress in programma a Barcellona dal 25 al 28 febbraio.

Abbiamo già avuto modo di avere il componente fondamentale del dispositivo: l’infinity Flex Display. L’azienda Sud Coreana si è comunque concentrata più sugli aspetti software e di esperienza d’uso (vista e considerata la platea di sviluppatori), mostrando come la nuova One UI sia stata progettata (anche) per essere pienamente compatibile con questo nuovo formato.

Il render che vedete in apertura prende in considerazione i dettagli emersi, ipotizzando un design molto simile a quello mostrato alla conferenza di settimana scorsa – nonché i brevetti Samsung e le (poche) informazioni fornite nel corso della SDC.

Proprio per questo il render è stato realizzato sulla base di queste informazioni:

  • Lo smartphone pieghevole avrà 2 display:
  • Cover Display da 4,58” 21:9, 840×1960 pixel con densità di 420ppi
  • Display principale pieghevole da 7,3” 4,2:3 1536×2152 con densità di 420ppi
  • Possibilità di aprire il dispositivo “a libro” utilizzando fino a 3 applicazioni contemporaneamente grazie alla One UI

Sebbene il design non sia ancora definitivo Samsung abbia cercato di ridurre i bordi al minimo i dubbi restano ancora legati alla cerniera che, ovviamente, dovrà essere in grado di sopportare l’apertura e chiusura del device.

Vi ricordiamo che il dispositivo dovrebbe essere prodotto in 1 milione di unità. Stando alle numerose fonti il prezzo non si discosterà molto da 1500 euro.