Samsung Galaxy S8+: The future is now ! | Recensione

Dopo aver analizzato Galaxy S8 oggi analizziamo il modello più grande ovvero Galaxy S8+. In questa recensione più che spiegarvi tutti i dettagli tecnici, cosa già fatta per S8, vi racconterò quella che è stata la mia esperienza personale con questo smartphone, soffermandomi maggiormente sulla batteria e sul display, uniche differenze rispetto a Galaxy S8

Materiali ed Ergonomia: Un design del FUTURO su uno smartphone PRESENTE !

Questo Galaxy S8+ è davvero un capolavoro di design. I bordi estremamente ridotti e gli ottimi materiali ci regalano uno smartphone elegante, raffinato e dalle linee morbide. Il vetro Gorilla Glass 5 ricopre tutta la superficie e si fonde perfettamente con il metallo donando una sensazione al tatto veramente piacevole.

Dopo aver esaltato il design, durante il mio periodo di prova, ho compreso che il “bello” non sempre si lega con il pratico. Tutto il vetro che ricopre lo smartphone lo rende molto scivoloso e questo mi ha dato la sensazione che alla prima caduta avrei frantumato tutto. Ovviamente a questo problema si fa presto a trovare una soluzione adoperando una banale cover che però va ad abbruttire il tutto. Altro piccolo difetto è l’assenza del trattamento oleofobico sulla parte posteriore dello smartphone, trattamento ottimo che invece troviamo sul display che infatti trattiene pochissime ditate rispetto alla scocca.

Hardware: una super scheda tecnica

DSC_0052

A bordo di questo Galaxy S8+ troviamo un hardware di prima qualità. Il processore è l’Exynos Serie 9 8895 octa-core da 2.3 GHz, realizzato con processo produttivo a 10nm che premette di consumare meno risorse ed offrire ugualmente molta potenza. A supporto del processore troviamo la GPU Mali-G71 dotata di ben 20 core che ci offrono la massima qualità grafica rendendo l’esperienza gaming unica e priva di lag.

Scheda tecnica:

  • Sistema: Android 7.0 su interfaccia Samsung Experience 8.1
  • SoC: Exynos Serie 9 8895, octa-core a 2.3 GHz a 10nm (FinFET)
  • GPU: Mali-G71
  • Memoria: Interna: 64GB (espandibile fino a 256GB) / RAM: 4GB LPDDR4
  • Display: 6.2 pollici / Super AMOED / Risoluzione: 2960 x 1440 pixels / 529ppi
  • Fotocamera: posteriore 12 MP / front 8 MP / video: fino a 4K a 30 fps
  • Reti: GSM, UMTS, HSPA/HSUPA, LTE Cat 16 (nano SIM)
  • Wirless: Bluetooth: 5.0 con LE/EDR/A2DP/aptX / Wi-Fi: 802.11 a/b/g/n/ac 2.4+5GHz / Wi-Fi hotspot / NFC
  • Connessioni: Jack Audio da 3.5mm / USB Type-C 3.1 / supporto OTG
  • GPS: A-GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo
  • Sensori: Accelerometro, Giroscopio, Sensore di prossimità
  • Batteria: 3500 mAh
  • Scocca: Profilo metallico, back cover e frontale in vetro (Gorilla Glass 5) / IP68
  • Peso: 173 grammi
  • Dimensioni: 159.5 x 73.4 x 8.1 mm

Per quanto riguarda la RAM abbiamo a disposizione 4GB, un quantitativo assolutamente in grado di soddisfare ogni tipo di utilizzo ma che farà storcere il naso ai più smanettoni. Ovviamente 6GB di RAM sarebbero stati il giusto compromesso sia per avere prestazioni ancora migliori, sia per far fronte ai nuovi aggiornamenti di Android che richiedono sempre più risorse. Dopo tutto l’hardware elencato mi sembra quasi inutile dire che le prestazioni sono al top, le app si aprono molto velocemente e i giochi sono fruibili alla massima qualità senza alcun problema.

Display: il vero valore aggiunto, spettacolare !

DSC_0041

Su S8+ ed S8 troviamo il miglior display montato su uno smartphone. Il pannello è da 6.2 pollici nel nuovo formato 18.5:9 con risoluzione massima QHD+ (2960 x 1440) da 529 ppi.

Più che spiegarvi tutta la tecnologia che c’è dietro questo “Infinity Display”, vorrei soffermarmi sulla esperienza che si ha utilizzandolo per giocare, guardare film e serie in streaming, sfogliare foto, guardare video ecc… .

Per prima cosa analizziamo la qualità, davvero eccellente e con una visibilità ottima in ogni condizione di illuminazione. I colori vengono riprodotti molto bene anche ad inclinazioni limite. Di default troveremo impostato il fullHD+ ma dalle impostazioni possiamo passare al QHD+, cosa praticamente inutile a mio avviso dato che i 529 ppi fanno in modo che la differenza fra QHD+ e fullHD+ sia impercettibile ad occhio nudo. L’immersività che ci offre questo Infinity Display è unica infatti guardare un contenuto o giocare risulterà molto piacevole.

Per quanto riguarda il formato 18.5:9, molte applicazioni si sono già adattate mentre altre possiamo adattarle forzandole dalle impostazioni. La visualizzazione di contenuti multimediali invece nella maggior parte dei casi avviene con il formato 16:9 e se volgiamo adattarli in 18.5:9 dobbiamo rinunciare ad un porzione di immagine più precisamente dobbiamo rinunciare ad una striscia superiore e ad una inferiore oltre alle porzioni laterali.

Quindi, ogni qual volta visualizziamo un contenuto multimediale e non vogliamo adattarlo in 18.5:9, per non tagliare l’immagine, visualizzeremo il contenuto in 16:9 con due bande nere agli estremi.

Sistemi di sblocco: estremamente tecnologici ma poco pratici !

DSC_0055

La parte che ho apprezzato meno di questo S8+ e proprio quella relativa ai sistemi di sblocco. Come già visto per S8, abbiamo tre sistemi di sicurezza: sensore per il riconoscimento dell’iride, sensore biometrico e sensore per il riconoscimento del viso. Analizziamoli uno per volta.

Partiamo dal sensore biometrico, posto sul retro di fianco alla fotocamera, è abbastanza preciso (8 volte su 10) ma estremamente difficile da raggiugnere. Ogni volta per sbloccare con l’impronta ho dovuto: girare lo smartphone, trovare il sensore, posizionare correttamente il dito e sbloccare lo smartphone; cosa estremamente lenta e poco pratica. Ma tranquilli, esaminando glia altri sensori scopriremo che questo è il migliore dei tre.

Passiamo allo sblocco con il sensore dell’iride tutto sommato veloce ma che richiede comunque l’accensione del disply e uno swipe verso l’alto per arrivare alla schermata di riconoscimento dell’iride. A mia grande sorpresa il sensore lavora bene anche con pochissima luce e questo me lo ha fatto preferite al riconoscimento del volto.

In conclusione abbiamo il riconoscimento del viso, il più veloce dei tre ma anche il più vulnerabile dato che basta una buona foto per eludere il sensore. A differenza del sensore dell’iride, quest’ultimo è praticamente inutilizzabile al buio dato che non ci riconoscerà mai.

A questo punto il mio consiglio personale è quello di utilizzare il sensore biometrico in accoppiata con il riconoscimento dell’iride ma in ogni caso sbloccare lo smartphone non sarà mai rapidissimo.

Batteria: molto meglio del fratello minore !

DSC_0039

Ho utilizzato davvero molto questo S8+ e in questi giorni ho potuto testare per bene la batteria, da 3500 mAh, che mi ha sempre permesso di concludere la giornata.

Premesso che ogni tipo di utilizzo è diverso da un’altro, vi spiego come ho utilizzato io il device in modo che possiate farvi una idea di come va questa batteria.

I primi giorni ho utilizzato lo smartphone con il disply in fullHD+ e con il 4G sempre attivo, senza mai passare in Wi-Fi, riuscendo a concludere la giornata con circa 4h e 30 di display attivo, adoperando i risparmi energetici. Tutti gli altri giorni invece ho impostato il display in QHD+ e ho utilizzato 4G e Wi-Fi totalizzando un massimo di circa 6h di display.

Ovviamente non si può tener conto di tutti i tipi di utilizzo ma vi basta sapere che anche stressando lo smartphone riuscirete a concludere la giornata.

Audio e ricezione: al top !

DSC_0042

L’audio che ci offre l’unico speaker di sistema è davvero di ottima qualità così come la qualità della capsula auricolare. Davvero eccezionale pulito e molto chiaro l’audio delle cuffiette AKG in dotazione; cuffiette che sono realizzate in nylon intrecciato, praticamente impossibili da spezzare.

Nessun problema anche per quanto riguarda la ricezione. Velocissimo anche il cambio di cella tra 3G e 4G così come il mantenimento del segnale anche in zone poco coperte.

Software:

DSC_0053

L’esperienza utente è davvero ottima e l’interfaccia Samsung Experience 8.1, basta su Android 7.0 Nougat, è sempre molto fluida, rapida e scattante e molto raramente ci troveremo a fare i conti con bug e impuntamenti. Come sempre non mancano la tante possibilità di personalizzazione: possiamo scegliere di attivare l’app drawer, avere tutte le app sulla home (stile EMUI) oppure impostare il drawer richiamabile tramite uno swipe verso l’alto o verso il basso. Avrei gradito la presenza di una gesturs per richiamare la tendina delle notifiche dato che con una sola mano è complicato raggiugnere la parte alta del display. Date le dimensioni dello smartphone non poteva mancare la riduzione dell’interfaccia per l’utilizzo con una mano.

Il nuovo aspect ratio ci da inoltre la possibilità di dividere l display in due quadrati perfetti in modo da usare in maniera ottimale il dual windows che ho utilizzato in parecchie occasioni durante i miei giorni di test.

Per quanto riguarda bixby non ci sono ancora novità e non sono stati aggiunti i comandi vocali. Non appena ci saranno aggiornamenti non esiteremo a farvelo sapere.

Fotocamera: la vera novità è quella anteriore !

DSC_0047

Per quel che riguarda le fotocamere partiamo da quella anteriore dato che le novità risiedono proprio in essa. Il sensore frontale è da 8 megapixel f/1.7, focale che ci garantisce selfie ottimi anche con poca luce. Le novità non finiscono qui visto che troviamo anche l’autofocus e il riconoscimento del volto. I selfie sono davvero ottimi e mantengono un buon quantitativo di dettagli anche con poca luce.

La fotocamera principale è praticamente identica a quanto già visto lo scorso anno su S7 ed S7 Edge,  Isocell  da 12 MP (4:3) con  apertura f 1.7. Gli scatti sono eccellenti, ma non poteva essere altrimenti dato che stiamo parlando di una delle migliori fotocamere che possiamo trovare su uno smartphone. Ottimi anche i video che possono essere girati alla qualità massima dell’Ultra HD (3840 x 2160 pixel) a 30fps e godono della stabilizzazione ottica.

Voto Recensione

Design9
Display8
Materiali/Ergonomia7.8
Software7.5
Fotocamere8
Autonomia8
Qualità/Prezzo6.5

Conclusioni

7.8Se qualcuno dovesse chiedermi perché scegliere S8+ rispetto alla concorrenza la risposta sarebbe indubbiamente: " Design unico, display eccellente e fotocamera ottima"; sono questi i tre punti in cui S8 eccelle e sono proprio questi i motivi per cui scegliere un top di gamma Samsung rispetto ad un qualsiasi altro smartphone. Il prezzo di listino a cui viene proposto S8+ è sicuramente altissimo, ben 929 euro, prezzo che non giustifica affatto il dover scendere a compromessi con i sistemi di sblocco e con l'audio che, seppure di ottima qualità, resta mono e non stereo. Ma a questo punto staremo parlando dello smartphone "perfetto" ed è per questo che a 629 euro (prezzo più basso attualmente), S8+ diventa la miglior scelta su questa fascia di prezzo.