Trump: Huawei pericolosa, ma può rientrare in un accordo con la Cina

Il presidente degli Stati Uniti è tornato a discutere della vicenda Huawei, nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Washington. Dalle dichiarazioni del Presidente è possibile estrapolare due concetti principali, il primo riguarda la pericolosità del produttore cinese, dall'altro non esclude la possibilità di rimuovere il ban nell'ambito di un accordo commerciale con la Cina.

Huawei è molto pericolosa. Guardate cosa ha fatto dal punto di vista della sicurezza, dal punto di vista militare, è molto pericolosa. E' possibile che Huawei sia inclusa in qualche tipo di accordo commerciale (con la Cina ndr.).

Al giornalista che ha chiesto ulteriori dettagli, sull'accordo, Trump ha così risposto:

è troppo presto per dirlo. Siamo solo molto preoccupati per Huawei dal punto di vista della sicurezza

A dichiarazione fa comunque trasparire la voglia di voler concludere un accordo, per cui le preoccupazioni per la sicurezza nazionale potrebbero essere annullate (potrebbe trattarsi di un solo pretesto?, difficile rispondere). Proprio nella giornata di ieri il sottosegretario di stato aveva sottolineato "l'impossibilità di eliminare questi rischi di sicurezza", visto il legame tra Huawei, Cina e Partito Comunista Cinese e di una connessione che "mette a repentaglio le informazioni americane transitate per la loro rete"

Molto probabilmente avremo uno sblocco di questa situazione con il  G20 che si terrà a fine giungo a Osaka ed a margine del quale Trump incontrerà il Presidente cinese Xi Jinping