Recensione iPhone 8 Plus: meglio aspettare iPhone X

11 ottobre 2017 | recensioni
Resta aggiornato sugli ultimi video, recensioni e anteprime, di SmartphoneLab.it iscriviti al Canale Youtube!

Lo scorso 12 Settembre Apple ha svelato il tanto atteso iPhone del decennale, iPhone X, ma ha anche aggiornato la gamma degli iDevice “classici” con iPhone 8 e iPhone 8 Plus, questi ultimi già disponibili ufficialmente sul mercato. Ma adesso analizziamo questo iPhone 8 Plus all’interno della nostra recensione!

Materiali ed Ergonomia

Il vero punto di rottura, del keynote di Apple, è stato indubbiamente iPhone X un dispositivo completamente diverso  rispetto alla generazione precedente che ha comunque visto negli iPhone 8 Plus la riproposizione del medesimo design che ormai conosciamo da molto tempo e che vide la sua prima introduzione con iPhone 6, in particolar modo la parete frontale. Rispetto alla precedente generazione Apple ha introdotto, per la back cover,  un vetro che offre particolari giochi di luce e che trattiene anche poche impronte.


Tale adozione ha migliorato il grip, visto che il vetro conferisce una maggiore aderenza rispetto al metallo, resta comunque un dispositivo molto grande da maneggiare di conseguenza scomodo da utilizzate. Un altro passo in avanti vede l’introduzione della ricarica wireless utilizzando caricabatterie che supportano lo standard Qi, sarà possibile ricaricare la batteria dell’iDevice, anche con caricabatterie di terze parti. Rispetto al 7 Plus, cresce leggermente il peso di 202 grammi per la precisione.

Il profilo resta in alluminio serie 700, inoltre viene anche mantenuta la certificazione  IP67 che dovrebbe proteggerlo anche da brevi immersioni. Anche la confezione di vendita resta invariata con la medesima dotazione dello scorso anno.

Display: arriva il True Tone anche su iPhone

IMG_0670

Il pannello di questo iPhone resta invariato IPS FullHD da 5.5 pollici di diagonale con 3D Touch e 401 PPI. Oltre alla gamma cromatica P3 quest’anno si aggiunge anche  la tecnologia True Tone, introdotta per la prima volta su iPad. Il sensore di luminosità a quattro canali regola il bilanciamento del bianco automaticamente in base alla luce dell’ambiente in cui ci troviamo, questo ci permette di avere un ottima resa dei colori in qualsiasi condizione di luminosità senza affaticare eccessivamente la vista.

Il display è uno dei migliori IPS in circolazione anche se la risoluzione è solo FullHD e per uno smartphone non economico è una nota negativa. Buona la visibilità e molto naturali i colori e abbastanza buoni gli angoli di visuale.

Apple A11 Bionic: la vera novità di questo iPhone!

IMG_0653

Su questo nuovo iPhone troviamo il nuovissimo processore Apple A11 Bionic, che vedremo anche su iPhone X. Il processore è un esa core a 64-bit con quattro core che girano a frequenze più alte e due che vengono interrogati solo in caso di necessità. 

Una delle caratteristiche peculiari di questo processore è il motore neurale che consente l’esecuzione di  600 miliardi di operazioni al secondo in tempo reale. Inoltre per la prima volta Apple ha sviluppato “in casa” anche la GPU che è ottimizzata principalmente per giochi in 3D e realtà aumentata introdotti con iOS 11 è disponibili per tutti gli iPhone con SoC A9. Per concludere le caratteristiche tecniche non mancano ben 3GB di memoria RAM.

  • Dimensioni: 158.2 x 78.1 x 7.5 mm
  • Peso: 202 g
  • SoC: Apple A11 Bionic + coprocessore M11
  • CPU: esa-core a 64 bit
  • Memoria RAM: 3 GB
  • Memoria interna: 64GB/256GB
  • Display: 5.5 pollici FHD con 3D Touch, IPS, True Tone, DCI-P3, 401 ppi
  • Batteria: 2675 mAh
  • Fotocamera posteriore: 12MP con OIS, grandangolo f/1.8 e teleobiettivo f/2.8
  • Fotocamera anteriore: 7 megapixel con stabilizzazione digitale
  • Sitema operativo: iOS 11
  • Scheda SIM: nano SIM
  • Wi-Fi: a/b/g/n/ac 5GHz, Dual band, Hotspot, AirPlay, AirDrop, LTE Adv.
  • Bluetooth: 5.0
  • Navigazione: GPS, A-GPS, GLONASS, GALILEO

Tralasciando tutte le percentuali e i dati forniti da Apple per ingigantire le performance di questo processore nell’uso quotidiano tutta questa potenza viene fuori solo con i  benchmark che raggiungono punteggi di un certo livello, ma a livello di usabilità generale resta identico all’iPhone 7 Plus.

Le temperature raggiungono massimo i 40 gradi con un utilizzo intenso in condizioni normali ci si attesta intorno ai 25/30 gradi

Fotocamera: novità per la modalità ritratto

IMG_0655

Il compatto fotografico resta pressoché invariato rispetto ad iPhone 7 Plus. La fotocamera posteriore  è sempre da 12 megapixel con stabilizzazione ottica e apertura f/1.8. La seconda ottica è di tipo “tele obiettivo” con lunghezza focale da 56mm e diaframma da 2.8.  La fotocamera anteriore resta una 7 megapixel con apertura f/2.2, HDR e stabilizzatore digitale.

L’interfaccia della fotocamera resta la medesima molto minimale, resta scomodo il fatto di dover accedere dalla impostazioni per modificare i vari settaggi di registrazione e scatto. Con l’introduzione del nuovo A11 Bionic Apple ha introdotto la registrazione a  60fps per i video in 4K ed a 240fps i video in slow motion in risoluzione FullHD. I video possono essere registrati in formato HEVC e H.264.


Ottima la qualità fotografica le foto catturate sono di ottima qualità con una buona illuminazione ambientale e un ottimo contrasto. Anche in condizioni di scarsa illuminazione la camera si comporta molto bene. Sicuramente c’è stato un piccolo passo in avanti rispetto al modello dello scorso anno ma non così sostanziale.

Migliorata la funzione ritratto che vede l’introduzione di nuove funzionalità in primis la possibilità di scurire lo sfondo o di migliorare l’illuminazione con un effetto stile luci fotografiche.  Sulla modalità ritratto in bianco e nero però c’è ancora da migliorare il contorno del volto del soggetto, che in alcuni casi non è perfetto. Buona anche la qualità dei video anche se ho notato un po di rumore quando la luce ambientale vira verso toni più scuri.

iOS 11: tante Novità è qualche miglioramento

IMG_0664

iOS 11 vede l’introduzione di diverse funzionalità per brevità non andrò ad elencarvele tutte, dato che potete leggere numerosi articoli in merito alla diverse features per ogni device apple. Tra le principali novità troviamo il nuovo centro di controllo completamente ridisegnato e molto più personalizzabile. L’App Store è stato completamente rivisto, con una navigazione più semplice ed intuitiva. Sono state introdotte anche nuove voci per Siri, decisamente più naturali ed ora in grado di offrire suggerimenti basati sull’utilizzo delle applicazioni Safari, News, Mail e Messaggi.

Introdotto anche il riconoscimento alla guida che che consente agli automobilisti di non essere disturbati, inoltre è possibile inviare una risposta automatica ai contatti Preferiti.

Batteria, Audio e Ricezione:

IMG_0663

Sebbene non ci siano dati ufficiali la batteria dovrebbe essere da 2675mAh, dovrebbe perché Apple non ha fornito informazioni ufficiali in merito. L’autonomia di questo iPhone 8 Plus mi ha convinto decisamente mediamente si riesce a coprire una giornata di utilizzo con 15 ore di standby  e ben 5 ore di schermo attivo, senza utilizzare il risparmio energetico.

Per una ricarica completa si impiegano circa le 2 ore e mezza, sia tramite caricabatterie classico che wireless. Presente il supporto alla  ricarica rapida ma solo utilizzando un alimentatore USB‑C, anche di terze parti.

Ottima la qualità Audio sia dallo speaker stereo che dalla capsula auricolare con un volume corposo e bassi ben marcati. In questi ultimi giorni si è parlato molto della presenza di un problema relativo alle chiamate vocali, che vedeva la presenza di un rumore di sottofondo. Apple ha comunque rilasciato un aggiornamento software correttivo ma anche con la released precedente non ho riscontrato questa problematica.

Conclusioni:

Questo iPhone 8 Plus si conferma un evoluzione del precedente modello che non giustifica di fatto il passaggio al “8” visto che io lo ritengo la classica versione 7S Plus che Apple ha sempre proposto da anni. Tutti coloro che possiedono un iPhone 7 Plus difficilmente passeranno a questo nuovo modello, viste le poche differenze estetiche e prestazioni decisamente alla pari. 

Personalmente non ho ben capito la mossa di Apple di annunciare due versioni con un hardware simile e  design ormai “datato”, rispetto alla concorrenza, considerando anche l’attenzione mediatica, prima e dopo l’evento Apple, focalizzatasi principalmente su iPhone X che a mio avviso è il vero iDevice che molti acquisteranno rispetto ad iPhone 8/8 Plus.

Detto questo non posso che confermare le ottime prestazioni di questo dispositivi, in tutti gli ambiti. Il prezzo di listino è di  949 euro, in tre varianti di colore, nella versione da 64GB di memoria integrata. Si sale a 1119 euro per la versione da 256GB di storage.

Per una differenza di soli 240, tra questo iPhone 8 Plus e iPhone X credo che i molti appassionati della mela attenderanno novembre per accaparrarsi il vero iPhone del 2017 e questo iPhone 8 Plus resterà un vero gingillo da scaffale!

  • Design - 6
    6
  • Display - 7,5
    7,5
  • Materiali - 8
    8
  • Ergonomia - 6
    6
  • Software - 8
    8
  • Fotocamera - 9
    9
  • Audio - 7
    7
  • Autonomia - 8
    8
  • Qualità/Prezzo - 7
    7
  • Esperienza Utente - 8
    8
Voto 8,7