Funzionalità esclusive per nexus 5 Google verso il modello Apple?

5 novembre 2013 | android

Il Nexus 5 è ufficiale e, con esso, il nuovo Android 4.4 KitKat. Tutto nuovo, tutto incredibile, tutto bello. O forse no. Google sembra voler spingere sul nuovo modello non solo con i miglioramenti hardware, ma anche con funzionalità software esclusive senza alcuna ragione tecnica dietro, ma per pure scelte commerciali.

È il caso della tanto discussa attivazione con “OK, Google” di Google Now, ma il problema non è limitato soltanto a questa funzionalità – che, per quanto comoda, è marginale. Sono anche altre le novità che, per quanto piccole, si discostano dalla tradizione di Google di offrire tutte le novità su tutti i dispositivi allo stesso modo, senza fare artificiose distinzioni tra vecchio e nuovo solo per vendere il nuovo modello.Una politica già vista in casa Apple, dove tante delle funzionalità nuove vengono limitate ai nuovi dispositivi semplicemente per incentivare (e giustificare?) il passaggio al nuovo modello. Un esempio lampante è Siri, un’esclusiva dell’iPhone 4S al momento del lancio che è stata poi “portata” su iPhone 4 risultando perfettamente funzionante. Dietro c’era una debolissima motivazione tecnica, per cui Apple avrebbe giustificato l’azione affermando che iPhone 4S integra un processore audio dedicato che migliora la qualità delle registrazioni – i fatti hanno mostrato che non fosse affatto necessario. La storia è un circolo ed è destinata a ripetersi infinite volte, anche quando è coinvolta Google che non pare aver imparato dagli errori altrui. Le novità che sono a bordo di Nexus 5 ma che non vedremo a bordo di Nexus 4 riguardano principalmente l’interfaccia grafica e la home, come riporta la guida ufficiale ai Nexus, disponibile a questo indirizzo. Vediamole in ordine.

  • La pagina dedicata a Google Now sulla home, accessibile scorrendo completamente a sinistra, sarà un’esclusiva del Nexus 5.
  • Il menù accessibile tenendo premuto su un punto qualunque della home darà anche accesso ad impostazioni e widget su Nexus 5, mentre su Nexus 4 avrà soltanto la classica selezione degli sfondi.
  • Le barre di navigazione e delle notifiche trasparenti dovrebbero essere disponibili solo su Nexus 5, ma non c’è ancora una conferma ufficiale.

Si tratta, come già detto, di funzionalità secondarie che non incidono in maniera sostanziale sull’esperienza d’uso, ma si tratta di caratteristiche accessorie per la cui mancata implementazione su Nexus 4 non esistono valide ragioni di alcun tipo al di fuori delle logiche commerciali. Inutile dire che è impossibile accogliere con favore questo mutamento nelle politiche di Google. L’unico motivo reale per acquistare un Nexus è avere sempre l’ultima versione di Android sul proprio dispositivo completa di tutte le novità: perchè acquistare un dispositivo che vede una castratura degli aggiornamenti quando è possibile acquistare i normali dispositivi dei vari produttori (HTC One, LG G2…) che offrono molto di più sia in termini di hardware che, soprattutto, di funzioni software? Al di là di un amore appassionato per Google non è più possibile giustificare l’acquisto di un Nexus sapendo che verrà lasciato indietro dopo appena un anno di vita.